Crea sito

 

 
 

 

 
 

Idee, consigli, itinerari, foto, video e diari di viaggio... ma non solo!

Scopri tutte le aree tematiche della Gazzetta delle Highlands! Giochi on-line, musica e... gli Highlanders!!!

 

 
   
     
 

 

Nono capitolo. Stagione 2009-2010

 

La Regular Season.

Eccoci al campionato numero 9 per gli Highlanders, un numero ormai di tutto rispetto!

Le aspettative per questa stagione sono alte e l'entusiasmo rinnovato. Confermata anche per quest'anno la collaborazione con il partner Cafè Falzoni, gli Highlanders si presentano con le nuove maglie che riportano le tradizionali strisce biancoverdi orizzontali, ormai indelebili sulla pelle dei giocatori. Il Logo "Highlanders" e il nome sulle maglie completano le mute e testimoniano l'attaccamento alla squadra. La stagione, contrariamente a quanto accaduto negli ultimi anni, inizia nel migliore dei modi, vittoria casalinga contro i Dinosauri e vittoria esterna sul campo di Fagnano contro i Noi Uniti FEV; gli immortali sono così catapultati in vetta alla classifica in virtù di una migliore differenza reti. Purtroppo la successiva serie di risultati non felicissima (2 pareggi ed una sconfitta) compromette la marcia spedita degli Highlanders che vengono risucchiati a metà classifica. Intanto vanno in fuga il Gabbiano Daisy House e i BCC Verona.

Il cammino degli Immortali si fa discontinuo ma al momento del primo derby della stagione i biancoverdi non deludono le attese aggiudicandosi il match contro Edilponte Cagneti Neri per 6-3. L'ultima giornata del girone di andata vede gli Highlanders affrontare (nel secondo derby del campionato) la capolista Gabbiano Daisy House, reduce da un'impressionante serie fatta di 9 vittorie ed 1 pareggio. I biancoverdi si compattano sfoderando nonostante il momento difficile della stagione, una grandissima prestazione. Il derby viene giocato da entrambe le squadre con molto agonismo e rivalità ma anche con lodevole correttezza e sportività. Numerose sono le occasioni da gol per le contendenti ma, l'imprecisione sotto porta dei biancoverdi che falliscono più volte il colpo del ko, li penalizza e, quando ormai il match sembra volgere alla fine, il Gabbiano Daisy House dimostra la propria forza e il perchè della prima posizione in classifica affondando il colpo e siglando il gol del 3-2 in zona Cesarini. Beffa per gli Highlanders, che però gradiscono ed accettano l'invito della squadra rivale aggregandosi al seguente momento conviviale, una specie di terzo tempo del rugby. La classifica si fa difficile e la successiva sconfitta contro i Dinosauri peggiora la situazione.

Gli "scozzesi di Povegliano" però hanno nel DNA proprio l'immortalità!

In qualche occasione forse se ne sono dimenticati, ma quest'anno, partita dopo partita, sembra crescere un qualcosa di nuovo anzi d'antico... l'orgoglio e la voglia di non abbandonare così presto i sogni di gloria contribuiscono ad aumentare l'affiatamento dei giocatori e portano gli Highlanders a vincere le successive due partite. Dopo i vittoriosi match contro i FEV e contro gli LDM FC (soffertissima vittoria per 0-1) arriva la vittoria a tavolino contro il Consorzio Atletici Suini. 9 punti in 3 partite rimettono in careggiata la squadra che però fallisce l'importante match in trasferta contro il Sant'Antonio Chievo (bestia nera dei biancoverdi).

La situazione è sempre più critica, urge infatti la conquista di molti punti per poter aspirare almeno al 4° posto e aggiungiamo il fatto che si devono ancora giocare la partite contro le prime 2 in classifica (che disputano un campionato a sè tanto è il divario dalle inseguitrici). Missione proibitiva per gli Highlanders? Dopo la boccata di ossigeno con il 4-0 al fanalino di coda Oliosi Salionze e il raggiungimento del 4° posto, gli scozzesi affrontano i BCC Verona, ora primi in classifica dopo l'estromissione dei Colombianos e l'annullamento dei punti ottenuti da tutte le squadre contro i sudamericani. Il risultato sembra segnato, ma l'ennesima prova d'orgoglio degli Highlanders, permette ai biancoverdi di strappare un punto importantissimo (peccato per il rigore sbagliato sull'1-2 che poteva chiudere il match): 2-2 il risultato finale.

Il successivo incontro casalingo viene disputato contro i Toho FC già vittoriosi nella partita di andata. Gli Highlanders, come allora, partono bene, ma una migliore freschezza atletica degli "isolani" mette in grande difficoltà i biancoverdi che all'ultimo secondo cedono alla pressione ospite, 3-4 per i Toho e aggancio in classifica. Il 4° posto è mantenuto solamente grazie alla differenza reti, ma il calendario favorisce gli avversari. Dopo essersi aggiudicato anche il derby di ritorno contro i Cagneti Neri con un perentorio 3 - 7 ci si gioca il 4° posto contro il Gabbiano Daisy House, costretti a vincere per poter superare i BCC Verona e aggiudicarsi la Regular Season. Partita dunque molto stimolante per entrambe le formazioni... e poi è il derby... e poi gli Highlanders devono restituire il "favore" dell'andata. Il match è molto intenso, ma quel "qualcosa di nuovo anzi d'antico" che già era affiorato in alcuni momenti del campionato infonde agli immortali una forte convinzione e determinazione. Oggi non ce n'è per nessuno. Super prestazione degli Highlanders che mettono alle corde il Gabbiano Daisy House, oggi la differenza in classifica non si vede. Oggi non ce n'è per nessuno. La partita vede i biancoverdi sempre in vantaggio e li vede resistere alla pericolosità degli attacchi avversari, i minuti sembrano non passare mai. Ci si difende e si attacca in contropiede, amministrando comunque il doppio vantaggio. Come già successo nel match di andata, anche questa volta il Gabbiano riesce a siglare il gol a tempo scaduto, ma non è sufficiente. Gli Highlanders si impongono 4-3 e portano a casa il derby e il 4° posto, importante poi per le fasi finali. Il Daisy House chiude invece la Regular Season al secondo posto alle spalle dei BCC Verona. Statistiche alla mano il punto di forza dei biancoverdi è stata la compattezza di squadra, che in qualche circostanza è venuta meno, ma che ha permesso di avere la seconda miglior difesa del campionato, di migliorare il proprio record di media/gol subiti a partita (3,10), e di conquistare nel girone di ritorno 4 punti su 6 contro le prime due classificate. Piccole ma meritate soddisfazioni.

 

Le Fasi Finali.

Grazie al 4° posto conquistato all'ultima giornata, gli Highlanders affrontano sul terreno amico i Toho FC, temibile e pericolosa contendente che nel corso della Regular Season si è aggiudicata entrambi i match. Partita secca, in caso di parità tempi supplementari ed eventualmente calci di rigore. I biancoverdi, sempre più convinti nei propri mezzi grazie alle ultime brillanti prestazioni, interpretano la partita nel migliore dei modi: determinazione, concentrazione ed esperienza, fattore questo che forse manca ai Toho FC, squadra giovane ed atletica. L'incontro si svolge tra mille scintille ed atteggiamenti provocatori da parte dei giocatori delle due squadre. Gli Highlanders ottenuto il vantaggio resistono, anche se con affanno, ai contrattacchi dei Toho FC che falliscono l'occasione del pareggio. Gol sbagliato - gol subito e gli Highlanders si portano sul doppio vantaggio che pesa come un macigno sul morale della squadra di Isola della Scala. Triplice fischio dell'arbitro e vittoria per 6-4 a favore degli Highlanders che volano in semifinale ad affrontare i vincitori della Regular Season, i BCC Verona. Eccoci al momento clou della stagione. In caso di vittoria si andrà ad affrontare in finale ancora il Gabbiano Daisy House. Il compito non è facile, gli Highlanders vanno ad affrontare i BCC Verona con una formazione falcidiata dalle assenze e con giocatori al rientro dopo una lunga assenza.

Purtroppo la situazione deficitaria dei biancoverdi si manifesta in campo dove gli Highlanders non riescono ad arginare una migliore organizzazione di gioco degli avversari che garantisce un importante vantaggio alla squadra di San Michele. La situazione è compromessa. Cenni di risveglio degli Highlanders alimentano qualche velleitaria speranza ma recuperare è molto difficile. Tuttavia, a metà del secondo tempo, il risultato torna in bilico, siamo sul 4-3 per i BCC Verona. I biancoverdi hanno speso molto e la mancanza di cambi e di giocatori chiave si fa sentire. Questa volta l'impresa non riesce e il cammino degli Highlanders si ferma in semifinale, 6-4 per i BCC Verona. Peccato, a ranghi completi forse l'esito poteva essere differente. Ma con i se e con i ma... Ci si gioca ora la finale per il 3°/4° posto, Highlanders Vs. Dinosauri. I biancoverdi, nonostante la delusione per la cocente eliminazione, onorano l'ultimo appuntamento di queste fasi finali aggiudicandosi, abbastanza agevolmente con il risultato di 6-4 il 3° posto e la coppa, ottenendo così il miglior risultato di sempre. Un premio di consolazione, che ripaga in parte gli Highlanders per averci sempre creduto anche nei momenti più bui del campionato. Per come è stata affrontata la semifinale il rammarico c'è, ci chiediamo come sarebbe potuta finire se gli Highlanders l'avessero potuta giocare a formazione completa. Ma con i se e con i ma...

Comunque onore ai Gabbiano Daisy House che si sono aggiudicati il torneo, ai BCC Verona che sono arrivati secondi e ovviamente agli Highlanders che sono saliti sul podio! 

 

Torna al menù principale

 

 

 

 

 

 

 

Webmaster Koeman (2013)